Partire con una “versione beta”: sapersi migliorare senza perdere tempo

pensieri

Succede spesso che si riesca a tirar fuori una buona idea. E molto spesso quella buona idea ci dà lo slancio per iniziare a metterla in pratica.

Solitamente la nostra immaginazione corre più veloce della pratica e così iniziamo a stufarci del tempo che stiamo impiegando per completare il lavoro.

La nostra immaginazione tende anche a sognare risultati migliori rispetto a quelli che riusciamo inizialmente a realizzare.

A questo punto siamo bloccati. Abbiamo la nostra idea pronta al 60% e con un livello qualitativo del 50% rispetto al nostro immaginario.

Possiamo fare tre cose:

  1. Mollare (e perdere un sogno)
  2. Continuare a lavorare ricercando la perfezione (e perdere un sacco di tempo)
  3. Dare subito la nostra idea in pasto al mondo in una versione beta e poi migliorarla e sgrezzarla nel tempo

Inutile dire che io ti consiglio la numero 3, la 1 e la 2 lasciale a chi ha tempo e sogni da perdere.

Print Friendly, PDF & Email

Amedeo Landi

Marketer e Co-founder di Scroller. Esperto Social Media Marketing, SEO, SEM e Analytics. Credo nel marketing (quello vero) e sono "quasi" un nativo Digitale. Davanti a un'analisi di mercato, a numeri statistici e grafici a torta vado in brodo di giuggiole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *