Certe volte le bandiere sono scomode

management

Hai presente Totti, e prima di lui Del Piero, oppure Maldini?

Tutti giocatori immensi che a un certo punto sono diventati scomodi per la propria squadra. Troppo “grandi” per essere messi in panchina senza scatenare l’ira dei tifosi ma troppo “retro” per meritarsi sempre i 90 minuti.

Anche nel business e nel marketing esistono le bandiere.

Come i nonni che continuano a dirigere imprese con metodi primitivi senza lasciare spazio ai figli e nipoti. Ma anche i grandi manager della comunicazione che dirigono campagne Facebook con le regole del carosello.

Le bandiere dopo un po’ diventano scomode e obsolete ma hanno comunque molto da insegnare.

Print Friendly, PDF & Email

Amedeo Landi

Marketer e Co-founder di Scroller. Esperto Social Media Marketing, SEO, SEM e Analytics. Credo nel marketing (quello vero) e sono "quasi" un nativo Digitale. Davanti a un'analisi di mercato, a numeri statistici e grafici a torta vado in brodo di giuggiole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *