Gdpr anche in USA?

pensieri

Le nuove leggi sulla privacy e le novità del GDPR introdotte quest’anno mi sono fin da subito sembrate un po’ sciocche, soprattutto lato web. Oggi mi leggo che anche negli USA potrebbero adottare un sistema come quello europeo.

La cosa più assurda è che la “richiesta” (per modo di dire) arriva dall’ad di Apple, Tim Cook. Me lo immaginavo indignato per il GDPR e invece è a favore?

Il dubbio allora mi sorge spontaneo: quanto il signor Cook è veramente a favore di una stupidata come il GDPR o quanto è una mossa di “superficie” per allontanarsi da una parte dagli altri super brand (Google, Amazon, Facebook) e dall’altra per ingraziarsi le politiche europeo ma anche USA?

L’ardua sentenza come sempre ai posteri!

Print Friendly, PDF & Email

Amedeo Landi

Marketer e Co-founder di Scroller. Esperto Social Media Marketing, SEO, SEM e Analytics. Credo nel marketing (quello vero) e sono "quasi" un nativo Digitale. Davanti a un'analisi di mercato, a numeri statistici e grafici a torta vado in brodo di giuggiole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *